5 ANNI DI... SOSTENIBILITÀ DEL TERRITORIO

Monzuno Plastic Free

A partire da quest’anno inoltre sono stati distribuiti agli alunni i kit da pranzo antispreco. L’uso di questi kit permetterà sia un’importante riduzione dell’uso della plastica, sia un grosso risparmio in termini di acqua, lavare tutti i piatti posate e bicchieri insieme infatti, oltre a un’importante spesa, comporta anche infatti un grande spreco di acqua.

Illuminazione pubblica a led in tutto il territorio

L’illuminazione pubblica a Led è stata estesa in tutto il territorio, in totale si contano 1401 pali, posizionati anche in zone che ne erano sprovviste, dotati di nuove lampadine a led. Queste consentono di regolare l’intensità della luce all’occorrenza così da poter contenere il consumo di elettricità nel caso ce ne fosse necessità.
Il consumo stimato è passato dai 580.000 KW di prima dell’intervento ai 175.000 KW di ora e di conseguenza, stimando il costo di 0,30€ per KW, un risparmio di circa 120.000€ (174.000€ di prima contro i 52.500€ di ora).

Auto elettrica del Comune

La scelta del Comune è stata quella di optare per un’auto elettrica, scelta che conferma la volontà di sfruttare l’energia pulita autoprodotta dal Comune attraverso i pannelli fotovoltaici.

Attualmente l’energia prodotta copre circa il 70% di quanto consuma il comune, l’obiettivo dell’amministrazione è quello di riuscire ad avere il 100% di fabbisogno coperto.

Colonnine di ricarica

Nella stessa direzione va la scelta di posizionare alcune colonnine per la ricarica delle auto elettriche.
Le colonnine sono al momento tre e sono state posizionate in punti strategici sul nostro territorio:

  • nei pressi della stazione di Vado
  • vicino alle scuole elementari di Monzuno
  • a Rioveggio, lungo la provinciale vicino alla Emilbanca.

Centrale a Biomassa

Un punto molto importante riguarda l’attivazione della Centrale a Biomassa, che è valsa al Comune anche il riconoscimento di Ambasciatore dell’Economia Civile durante il Festival Nazionale dell’Economia Civile edizione 2022.
L’entrata in funzione della Centrale permette in primis di mantenere una costante manutenzione dei boschi: con gli scarti degli alberi caduti e di quelli tagliati è possibile infatti produrre energia pulita.
Grazie all’energia prodotta dalla Centrale a Biomassa si ha un notevole aumento del risparmio energetico, già nel 2019 infatti avevamo visto una diminuzione rispetto al costo di consumo di energia del 2020 del 30%. Nel 2020 il calo rispetto all’anno prima risultava essere del 55% fino ad arrivare al –90% nel 2022 di costi in meno rispetto all’anno precedente.

Ambasciatori dell’Economia Civile 2022

Il comune di Monzuno è stato nominato Ambasciatore dell’Economia Civile durante il Festival Nazionale dell’Economia Civile del 2022 tenutosi a Firenze, nel quale non solo arrivò tra i 6 comuni finalisti, ma si aggiudicò anche il premio.
Il riconoscimento riguardava in particolar modo il progetto legato alla Centrale a Biomassa che venne ritenuto un progetto particolarmente valido e sopratutto sostenibile a livello sociale e ambientale.